Il grande maestro Stojanovic firma il New Open di Lugano.
Il Mendrisio e il Bianconero Lugano protagonisti del Campionato Svizzero a squadre.
Svizzera: dopo tre turni sono rimaste in tre formazioni a condurre la classifica provvisoria del Campionato Svizzero a Squadre di serie B: Mendriso, Bianconero Lugano e Zurigo II. Considerando che lo Zurigo II per regolamento non può accedere alla serie A, avendo già una prima squadra in A, sarà probabilmente proprio il derby ticinese del settimo turno a coronare il campione di gruppo. La squadra decisamente più forte sulla carta è il Mendrisio che vanta una lunga storia di successi in A con tanto di titolo assoluto conquistato 3 stagioni orsono.
Nel Campionato Svizzero di Gruppo, invece, il Lugano lascia la serie A dopo molti anni di dura sopravvivenza. Affronterà la sua prima stagione in serie B con un team che darà maggior spazio ai giovani talenti della nostra regione.
Cantone: a Pasquetta si è conclusa la quinta edizione del New Chess Open di Lugano, organizzato da David Camponovo e arbitrato e diretto da Giovanni Laube coadiuvato da un team composto da Sergio Cavadini, Marco Piona e Diego Camponovo. Il forte torneo internazionale, sostenuto in particolare da AIL, Allianz Assicurazioni, S&A Tax & Audit, About-x e Swisslos, ha portato anche quest’anno giocatori provenienti da tutto il mondo. Otto le nazioni rappresentate da 1 grande maestro, 8 maestri internazionali e 6 maestri Fide. Il torneo è stato vinto, con pt. 5/6, dal forte e simpatico serbo, Mihajlo Stojanovic che ha prevalso per spareggio tecnico sul franco-ucraino, Vladimir Okhotnik. Staccati di un punto seguono ben sette giocatori fra cui anche i due forti maestri ticinesi, Aurelio Colmenares e Fabrizio Patuzzo. Migliori donne: Elena Sedina e Olga Zimina. Hanno condiviso il sesto e settimo rango assoluto. Miglior iuniore: Andrea Stella di Milano, quinto assoluto. Ottima anche la prestazione del chiassese Simone Medici che con il suo 14° rango conferma una crescita costante.
Prossimi appuntamenti: inizia un periodo ricco di eventi scacchistici nella Svizzera italiana. Si parte con l’Amateur CHessOPEN (13 al 15 maggio presso l’hotel Flora di Paradiso). Seguono nell’ordine: “Scacchi in Paradiso”, manifestazione Open Air (18 giugno, piazza del Municipio di Paradiso) – San Bernardino CHessOPEN & Challenger (29 giugno-3 luglio, Centro Nordico San Bernardino) – Trofeo Rivabella (4 luglio, hotel Rivabella a Morcote).
CB

I grandi maestri di scacchi della storia e le loro frasi famose

  • Aaron Nimzowitsch

    Aaron Nimzowitsch

    “Cercate di acquisire a poco a poco la comprensione dei più importanti motivi posizionali, di strategia! E chi fra voi non gradisce le combinazioni, cerchi di amarle, di studiarle, fino a quando una miscela di gioco combinativo e posizionale vi regalerà successi, gioie ed emozioni di cui abbondano gli scacchi.”

  • Al Horowitz

    Al Horowitz

    “Una mossa cattiva può rovinarne quaranta ben giocate”

  • Aleksandr Alekhin

    Aleksandr Alekhin

    “Grazie agli scacchi ho temprato il mio carattere, perché questo gioco ci insegna ad essere obiettivi. Non si può diventare un Grande Maestro se non si impara a conoscere i propri errori ed i propri punti deboli, così come nella vita.”

  • Aleksej Dmitrievič Širov

    Aleksej Dmitrievič Širov

    “Il fatto che un incontro di scacchi che dura 7 ore ci permetta di giocare una grande, profonda partita non importa per nulla ai mass media.”

  • Alex Yermolinsky

    Alex Yermolinsky

    “Quelli come Karpov e Kasparov sono bravi giocatori, non fraintendetemi, ma quanto bravi sarebbero senza i loro allenatori, aiutanti, amministratori, cuochi, manager e guardie del corpo? Non lo sapremo mai!”

  • Alexander Cockburn

    Alexander Cockburn

    ”Il gioco degli scacchi è la pantomima di una storia di famiglia e del dramma di Edipo.”

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11