RAIFFEISEN CAMPAGNADORNA: VINCE TIZIANO CAVADINI

La prima edizione del Torneo giovanile di scacchi giocato a Stabio lo scorso 5 maggio, presso la Banca Raiffeisen Campagnadorna, ha visto prevalere per spareggio tecnico con punti 4,5 su 5 Tiziano Cavadini (Circolo Scacchistico Mendrisio) davanti a Francesco Raimondi (Circolo Scacchistico Chiasso), pure punti 4,5 e Simon Schellenberg (proveniente da Pfäffikon ZH), punti 4. Oltre ai primi tre l’organizzatore David Camponovo e Doriano Baserga, dir. Banca Raiffeisen Campagnadorna, hanno pure premiato con una coppa David Milutinovic (SE Lugano), quarto assoluto e primo dei giocatori che hanno totalizzato punti 3. Omaggi e premi sono poi stati distribuiti a tutti i mini giocatori che hanno dato vita alla terza tappa dell’edizione 2018 del Grand Prix U16.

GRAND PRIX U16 APERTISSIMO

Il Grand Prix U16 di quest’anno si prospetta più aperto che mai visto che a vincere le prime tre tappe sono stati 3 giocatori diversi: prima di Tiziano Cavadini (v. sopra) si sono infatti imposti Giacomo Zecirovic (Circolo 3 Valli, Memorial Barbero a Massagno, 1. tappa) e Matteo Ambrosone (Scuola Scacchi Collegio Papio, Trofeo EspoTicino a Bellinzona, 2. tappa). Decisive per l’assegnazione del titolo di miglior ticinese del Grand Prix U16 risulteranno pertanto le prossime tre tappe in programma a Savosa (3 giugno, Valgersa), Lugano (30 settembre, Fiera del Fumetto) e Locarno (11 novembre, EspoVerbano).

CAMPIONATO SVIZZERO

Continua, in A, il “calvario” del Mendrisio. I già campioni svizzeri assoluti 2007, complice un calendario che li sta vedendo appaiati in questi primi turni a squadre decisamente più forti, hanno infatti incassato la terza sconfitta consecutiva. Dopo aver perso dal Ginevra e dal Lucerna, i momò hanno pure perso contro il Riehen e restano, per il momento, in piena zona retrocessione. Vittoria per contro del Massagno nel derby di II lega contro il Bellinzona e del 3 Valli contro i confederati di turno in III lega.

VARIA

Serravalle - Il tradizionale torneo giovanile di Serravalle, giunto alla 17.ma edizione, quest’anno si disputerà domenica 27 maggio, presso la sala consiliare di Malvaglia. Numero dei giocatori permettendo i partecipanti saranno divisi tra “elementari” e “medi”. Dopo il controllo delle iscrizioni, previsto entro le 13.45, il torneo -5 turni- inizierà alle ore 14 e si protrarrà fino alle 17, orario della premiazione. Info/Iscrizioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Melano – Il 1. Blitz “Lago di Lugano” si terrà pure domenica 27 maggio, presso il Bar Lido di Melano. Il torneo, 9 turni a formula open, inizierà alle ore 11.20 e dopo la pausa pranzo si protrarrà fino alle 16. Info/Iscrizioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I grandi maestri di scacchi della storia e le loro frasi famose

  • Aaron Nimzowitsch

    Aaron Nimzowitsch

    “Cercate di acquisire a poco a poco la comprensione dei più importanti motivi posizionali, di strategia! E chi fra voi non gradisce le combinazioni, cerchi di amarle, di studiarle, fino a quando una miscela di gioco combinativo e posizionale vi regalerà successi, gioie ed emozioni di cui abbondano gli scacchi.”

  • Al Horowitz

    Al Horowitz

    “Una mossa cattiva può rovinarne quaranta ben giocate”

  • Aleksandr Alekhin

    Aleksandr Alekhin

    “Grazie agli scacchi ho temprato il mio carattere, perché questo gioco ci insegna ad essere obiettivi. Non si può diventare un Grande Maestro se non si impara a conoscere i propri errori ed i propri punti deboli, così come nella vita.”

  • Aleksej Dmitrievič Širov

    Aleksej Dmitrievič Širov

    “Il fatto che un incontro di scacchi che dura 7 ore ci permetta di giocare una grande, profonda partita non importa per nulla ai mass media.”

  • Alex Yermolinsky

    Alex Yermolinsky

    “Quelli come Karpov e Kasparov sono bravi giocatori, non fraintendetemi, ma quanto bravi sarebbero senza i loro allenatori, aiutanti, amministratori, cuochi, manager e guardie del corpo? Non lo sapremo mai!”

  • Alexander Cockburn

    Alexander Cockburn

    ”Il gioco degli scacchi è la pantomima di una storia di famiglia e del dramma di Edipo.”

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11