tf 2017

 Vince Julian Nervi

 

A LUGANO VINCE JULIAN NERVI

La quarta edizione del Torneo giovanile giocato a Lugano, presso il Palazzo dei Congressi e sostenuta da Bits Partners SA, ha visto la vittoria con punti 4,5 su 5 dell’allievo di scuola media Julian Nervi (Biasca). Il podio vincente, tutto medio, è stato completato da Tiziano Cavadini (Como- Chiasso) e Giacomo Zecirovic (Biasca), p. 4 ciascuno. A punti 4 hanno pure concluso Nathan Filippini (Biasca), Leonardo Ballabeni (Bellinzona) e Gabriele Pura (Cugnasco). Solo settimo, con p. 3,5, il provvisorio capolista -dopo le prime tre gare del Grand Prix U16 da lui vinte-, Francesco Raimondi (Chiasso). Tra gli elementari si è classificato primo Giacomo Zecirovic (Biasca), (Lugano), p. 3, davanti a Fedor e a Marta Nechai (Ascona), pure p. 3 ciascuno. Il torneo si è svolto domenica 24 settembre, ha raccolto oltre trenta mini-giocatori e si è concluso con la cerimonia di premiazione condotta dall’organizzatore David Camponovo che ha attribuito a tutti i migliori delle in granito  Giannini Graniti (pezzi unici) ed delle favolose serigrafie di fumettisti di primo piano oltre a libri scacchistici. Una domenica all’insegna della cultura che l’organizzatore della Fiera del Fumetto Fabio Baudino ha già dato appuntamento a domenica 30 settembre pe la V edizione. Segnaliamo che il  Grand Prix scacchistico  under 16 si concluedrea con il Primo Trofeo ExpoVerbano all’interno dell’omonima Fiera domenica 12 novembre.

« GUARDA LA CLASSIFICA FINALE »

bando tf 2017

 

I grandi maestri di scacchi della storia e le loro frasi famose

  • Aaron Nimzowitsch

    Aaron Nimzowitsch

    “Cercate di acquisire a poco a poco la comprensione dei più importanti motivi posizionali, di strategia! E chi fra voi non gradisce le combinazioni, cerchi di amarle, di studiarle, fino a quando una miscela di gioco combinativo e posizionale vi regalerà successi, gioie ed emozioni di cui abbondano gli scacchi.”

  • Al Horowitz

    Al Horowitz

    “Una mossa cattiva può rovinarne quaranta ben giocate”

  • Aleksandr Alekhin

    Aleksandr Alekhin

    “Grazie agli scacchi ho temprato il mio carattere, perché questo gioco ci insegna ad essere obiettivi. Non si può diventare un Grande Maestro se non si impara a conoscere i propri errori ed i propri punti deboli, così come nella vita.”

  • Aleksej Dmitrievič Širov

    Aleksej Dmitrievič Širov

    “Il fatto che un incontro di scacchi che dura 7 ore ci permetta di giocare una grande, profonda partita non importa per nulla ai mass media.”

  • Alex Yermolinsky

    Alex Yermolinsky

    “Quelli come Karpov e Kasparov sono bravi giocatori, non fraintendetemi, ma quanto bravi sarebbero senza i loro allenatori, aiutanti, amministratori, cuochi, manager e guardie del corpo? Non lo sapremo mai!”

  • Alexander Cockburn

    Alexander Cockburn

    ”Il gioco degli scacchi è la pantomima di una storia di famiglia e del dramma di Edipo.”

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11