mb 2018

70 appassionati si sono sfidati con torri e cavalli, domenica 14 gennaio 2018 al Ristorante Cappella Due Mani a Massagno

A MASSAGNO VINCE PROMESSA SCACCHISMO BIASCHESE GIACOMO ZECIROVIC

Giunto alla 18esima edizione lo storico festival scacchistico Memorial Barbero ha avuto luogo domenica per la terza volta al Ristorante Cappella Due Mani a Massagno. Il festival, suddiviso in tre tornei, ha ottenuto un grande successo con una settantina di iscritti. La giornata ha avuto anche un momento particolarmente importante con la premiazione del secondo Grand Prix Ticinese: Francesco Raimondi, circolo scacchistico di Chiasso, è stato premiato dal presidente della Federazione Scacchistica Ticinese Rolando Caretti. Tra tutti i giovani che si sono impegnati nei sei tornei del Grand Prix scacchistico under 16 si è messo in evidenza Tiziano Cavadini. Ricordiamo che il Grand Prix è un’iniziativa voluta dalle Aquile di Lugano e in particolar modo dell’appassionato Camponovo David. I migliori del Grand Prix potranno cimentarsi con gli adulti in occasione del prestigioso Open di Lugano dal 15 al 18 febbraio. Il Trofeo Esordienti Tipack, da sempre gemellato con l’Associazione Non Fumatori, se lo è aggiudicato Giacomo Zecirovic di Biasca. Al secondo posto è giunto Andrea Berger di Agarone e al terzo David Milutinovic di Lugano. Il festival aveva già avuto il suo esordio con lo spettacolare torneo blitz della mattina che ha sorriso al sempreverde Claudio Boschetti, davanti al maestro fide ticinese Aurelio Colmenares e al pure maestro di Lugano Fabrizio Patuzzo. Infine il prestigioso 18esimo Memorial Barbero ha visto la vittoria del maestro italiano Giulio Borgo (con 6 vittorie su 7) davanti al maestro internazionale croato Milan Mrdja e al già citato Fabrizio Patuzzo che si è quindi rivelato il più costante. Il torneo è stato possibile grazie al sostegno, in particolar modo, delle AIL di Lugano

mb2018 2

mb2018 1

« GUARDA LE FOTO DEL TORNEO »

GUARDA LE CLASSIFICHE FINALI:

« XVIII Memorial Barbero Rapid Elite 2018 »

« XVIII Memorial Barbero Trofeo Esordienti 2018»

« XVIII Memorial Barbero Blitz Elite 2018 »

« Articolo apparso su TIO online »

gdp mb 2018

mb 2018

I grandi maestri di scacchi della storia e le loro frasi famose

  • Aaron Nimzowitsch

    Aaron Nimzowitsch

    “Cercate di acquisire a poco a poco la comprensione dei più importanti motivi posizionali, di strategia! E chi fra voi non gradisce le combinazioni, cerchi di amarle, di studiarle, fino a quando una miscela di gioco combinativo e posizionale vi regalerà successi, gioie ed emozioni di cui abbondano gli scacchi.”

  • Al Horowitz

    Al Horowitz

    “Una mossa cattiva può rovinarne quaranta ben giocate”

  • Aleksandr Alekhin

    Aleksandr Alekhin

    “Grazie agli scacchi ho temprato il mio carattere, perché questo gioco ci insegna ad essere obiettivi. Non si può diventare un Grande Maestro se non si impara a conoscere i propri errori ed i propri punti deboli, così come nella vita.”

  • Aleksej Dmitrievič Širov

    Aleksej Dmitrievič Širov

    “Il fatto che un incontro di scacchi che dura 7 ore ci permetta di giocare una grande, profonda partita non importa per nulla ai mass media.”

  • Alex Yermolinsky

    Alex Yermolinsky

    “Quelli come Karpov e Kasparov sono bravi giocatori, non fraintendetemi, ma quanto bravi sarebbero senza i loro allenatori, aiutanti, amministratori, cuochi, manager e guardie del corpo? Non lo sapremo mai!”

  • Alexander Cockburn

    Alexander Cockburn

    ”Il gioco degli scacchi è la pantomima di una storia di famiglia e del dramma di Edipo.”

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11