Il gioco degli scacchi è l'arte della battaglia per la vittoriosa battaglia dell'arte. (Savielly Tartakower)



Il gioco degli scacchi è l'arte di analizzare. (Michail Botvinnik)



Il gioco degli scacchi è l'arte che esprime la scienza della logica. (Michail Botvinnik)



Il gioco degli scacchi non è fatto solo di conoscenza e di logica. (Alexander Alekhine)



Il gioco degli scacchi è un'arte celata sotto forma di gioco. (Enciclopedia Sovietica)


Gli scacchi, come l'amore, come la musica, hanno il potere di rendere l'uomo felice. (Siegbert Tarrasch)




Gli scacchi non sono solo conoscenza e logica. (Alexander Alekhine)




La vita è troppo corta per gli scacchi. (Henry James Byron)




Ciò che gli scacchi hanno in comune con la scienza e le belle arti è la loro completa inutilità. (Cassieer)



Gli scacchi richiedono totale concentrazione e amore per il gioco. (Bobby Fischer)




Il destino ha giocato con l'uomo, e l'uomo gioca a scacchi. (Leonid Stein)




Gli scacchi sono l'arte della ragione umana. (Gustavus Selenus)




Il gioco degli scacchi è una lotta contro se stessi. (Gligoric)



Conoscere le mosse è prendersi gioco della fama. E' solo il genio che gioca la partita. (Jean Baptiste Rousseau)




Quanti dolori, ahimè, potremmo fuggire, se solo potessimo ritirare le mosse sbagliate e giocare di nuovo.... (Johan Wolfgang Goethe)




Se qualcuno proibisse gli scacchi per legge, io diventerei un fuorilegge. (Michail Tal)




Non è ora di giocare a scacchi quando la casa va a fuoco. (Proverbio italiano)




Ci sono molti scacchi, ma un solo matto. (Proverbio russo)




Non si può giocare a scacchi, se si è gentili d'animo. (Proverbio francese)




Potete atterrare il vostro avversario con la scacchiera, ma ciò non prova che siate il miglior giocatore. (Proverbio inglese)



Memorial Barbero di successo

Memorial Barbero di successo

PDFStampaE-mail

Cinquantadue appassionati si sono incontrati domenica
allo Snack Bar di Lugano per celebrare la dodicesima edizione
del Festival scacchistico Memorial Barbero.
Oltre a un numero importante di giocatori,
hanno partecipato al Festival, suddivisi in 3 tornei 
anche 5 maestri e un Grande Maestro.

« Guarda le foto del torneo »

In mattinata si è svolto un nuovo torneo dedicato agli specialisti del gioco lampo (5 minuti). Il Trofeo lampo Casati Management ha visto primeggiare il maestro Fide Valerio Luciani, seguito dal giovane talento ticinese Simone Medici e dal senior veronese Francesco Agnelli. Nel pomeriggio la manifestazione ha visto i giocatori suddivisi tra esordienti e giocatori con punti. I principianti hanno potuto cimentarsi nel “Trofeo Snack Bar Lugano”, che ha visto la forte partecipazione di giovanissimi.
Il Trofeo è stato vinto da Lorenzo Cedro, che ha primeggiato in tutte le partite. Sul podio anche Enea Ratti e Filippo Giudici di Ganna entrambi di Malvagia, quarto e terzo giovane Alan Uniti. II Trofeo Consulenza Albertoni è stato avvincente ed è stato vinto dal maestro Rolly Martinez (filippino), davanti a Salvador Roland. Bronzo per l’alfiere del Mendrisio, il varesotto e maestro internazionale Renzo Mantovani. I migliori ticinesi sono stati i ventenni Gabriele Botta (Gudo) e Aurelio Colmenares (Lugano). Gli organizzatori soddisfatti e hanno ringraziato gli sponsor (AIL, Banca Raiffeisen di Lugano e Giornale del Popolo come mediapartner) per il sostegno. Prossimo appuntamento con gli scacchi? Il VI Open di Lugano, che si terrà al Pestalozzi dal 6 al 9 aprile.