Il gioco degli scacchi è l'arte della battaglia per la vittoriosa battaglia dell'arte. (Savielly Tartakower)



Il gioco degli scacchi è l'arte di analizzare. (Michail Botvinnik)



Il gioco degli scacchi è l'arte che esprime la scienza della logica. (Michail Botvinnik)



Il gioco degli scacchi non è fatto solo di conoscenza e di logica. (Alexander Alekhine)



Il gioco degli scacchi è un'arte celata sotto forma di gioco. (Enciclopedia Sovietica)


Gli scacchi, come l'amore, come la musica, hanno il potere di rendere l'uomo felice. (Siegbert Tarrasch)




Gli scacchi non sono solo conoscenza e logica. (Alexander Alekhine)




La vita è troppo corta per gli scacchi. (Henry James Byron)




Ciò che gli scacchi hanno in comune con la scienza e le belle arti è la loro completa inutilità. (Cassieer)



Gli scacchi richiedono totale concentrazione e amore per il gioco. (Bobby Fischer)




Il destino ha giocato con l'uomo, e l'uomo gioca a scacchi. (Leonid Stein)




Gli scacchi sono l'arte della ragione umana. (Gustavus Selenus)




Il gioco degli scacchi è una lotta contro se stessi. (Gligoric)



Conoscere le mosse è prendersi gioco della fama. E' solo il genio che gioca la partita. (Jean Baptiste Rousseau)




Quanti dolori, ahimè, potremmo fuggire, se solo potessimo ritirare le mosse sbagliate e giocare di nuovo.... (Johan Wolfgang Goethe)




Se qualcuno proibisse gli scacchi per legge, io diventerei un fuorilegge. (Michail Tal)




Non è ora di giocare a scacchi quando la casa va a fuoco. (Proverbio italiano)




Ci sono molti scacchi, ma un solo matto. (Proverbio russo)




Non si può giocare a scacchi, se si è gentili d'animo. (Proverbio francese)




Potete atterrare il vostro avversario con la scacchiera, ma ciò non prova che siate il miglior giocatore. (Proverbio inglese)



Largo ai giovani scacchisti

Largo ai giovani scacchisti

PDFStampaE-mail


SCACCHI GIOVANILI

Accanto ai tornei di categoria organizzati da anni dalla Federazione scacchistica ti-cinese non mancano, nel canton Ticino, le iniziative miranti a coinvolgere nell’ambito scacchistico bambini e adolescenti. In pro¬posito da anni il Sopraceneri è un chiaro punto di riferimento per la promozione de¬gli scacchi a livello giovanile. Ciò è dovuto in particolare all’entusiastico impegno ora e soprattutto di Giovanni Laube nonché, in passato, del Lodrino e altri circoli della zona. Nel Sottoceneri la divulgazione degli scac¬chi tra i giovani è meno evidente ma non manca. Qualcosa è stato fatto, soprattutto negli anni passati, dal Mendrisio (chi non ri¬corda le appassionanti mini-challenges pa¬trocinate dalla Banca del Gottardo?) e dal Bianco Nero. La diffusione degli scacchi tra i giovani passa comunque anche attraverso la scuola. Diversi istituti scolastici comu¬nali contemplano infatti gli scacchi come corso opzionale. Così è, da decenni, anche a Chiasso. Icorsi di scacchi per principian¬ti e avanzati organizzati dall’Istituto sono sempre piuttosto frequentati. Sono orga¬nizzati al di fuori degli usuali orari scolastici e premiano gli iscritti che li assolvono rego¬larmente con tanto di “diploma di pedone degli scacchi” (principianti) e “diploma di alfiere degli scacchi” (avanzati). A Chiasso i corsi sono svolti dallo scrivente, convinto assertore del fatto che il gioco degli scacchi è estremamente funzionale alle ca¬pacità di ragionamento, riflessione e comportamento degli allievi. Quello degli scacchi è tra l’altro un mondo che non è fatto solo di regole ma anche di cal¬colo e fantasia: la corret¬ta padronanza delle une e del resto è un ottimo “mix” che aiuta senz’al¬tro a crescere meglio. Colgo l’occasione per confermare, come già annunciato due settimane fa, che, giovedì 5 aprile 2012 al primo piano dell’Hotel Pestalozzi di Lugano, si svolgerà il primo campionato ticinese alla cieca di dimostrazione, al quale seguirà una simultanea.
L’iscrizione, gratuita, può essere effettutata telefonando a:
D. Camponovo al numero: 076 328 60 90.